Stampa 3D: nuovi compound per una tecnologia in crescita

poliuretani per settore auto
Poliuretani: buona protezione al fuoco con FR naturali.
maggio 23, 2016
Recycled rubber
La gomma da riciclo pneumatici per campi sportivi sintetici è pericolosa?
giugno 13, 2016
Visualizza tutto
Stampa 3D

La diffusione della stampa 3D fa sì che si ampli anche la gamma dei polimeri utilizzabili. Ecco una breve rassegna di quanto recentemente sviluppato ed in sviluppo.

AIMPLAS, il centro di tecnologia per le materie plastiche spagnolo, molto attivo nella ricerca e sviluppo di polimeri per applicazioni 3D, sta lavorando su quattro filoni principali. Il primo si occupa dell’introduzione di nuove funzionalità e dello sviluppo di polimeri con caratteristiche meccaniche o elettriche migliorate, di biocompatibilità o termoconducibilità; Il secondo filone tratta dell’incorporazione di filler come il legno o la nanocellulosa; il terzo si focalizza sui polimeri strutturali; il quarto si occupa dell’affinamento delle proprietà reologiche e meccaniche dei materiali riciclati per ottenere prodotti con alto valore aggiunto da materiali di scarto. AIMPLAS sostiene che per ottenere un processo di stampa 3D competitivo è necessario perfezionare materiali ed apparecchiature, ad esempio per evitare post trattamento superficiale, aumentare la velocità di estrusione. Oltre a ciò, un altro aspetto sul quale stanno lavorando è il controllo dell’umidità dei filamenti durante il processo, visto che molti polimeri utilizzati in questi processi sono sensibili all’umidità. AIMPLAS ha creato un gruppo di lavoro che comprende ricercatori nel campo dei polimeri e specialisti della stampa 3D ed ha partecipato al programma di ricerca europeo “Nanomaster” nel quale sono stati sviluppati compound e filamenti con grafene e grafite espansa che sono risultati avere migliore conducibilità elettrica e finitura superficiale migliore rispetto a quanto ora ottenibile oltre ad essere stampabile a velocità più alta di quanto attualmente possibile.

Lati e Filoalfa hanno deciso di operare in sinergia proponendo, sul mercato delle stampanti 3D, filamenti sviluppati con materiali di elevato contenuto tecnologico. La prima proposta è un compound termoplastico elettricamente conduttivo ottenuto con nanotubi di carbonio. Il filamento elettricamente conduttivo permette il trasferimento di piccole correnti, quindi di segnale e informazione. La deposizione di piste conduttive tramite stampa 3D rende potenzialmente possibili applicazioni innovative (medicale, E&E, telecomunicazioni). Lati asserisce che Il comportamento elettrico del filamento è di tipo non ohmico e con una resistenza di volume tipica attorno ai 10 ohm*cm. Questa peculiarità sarebbe tipica di molti semiconduttori ed ancora in fase di ulteriore studio ma porterà, sempre secondo Lati, allo sviluppo di applicazioni nuove e di elevato contenuto tecnologico.

L’olandese ColorFabb, in collaborazione con Witcom ha sviluppato un composito a base copoliestere contenete il 20% di fibra di carbonio. L’azienda asserisce che, pur non essendo una novità l’utilizzo delle fibre di carbonio per queste applicazioni, il prodotto possiede un mix ottimale di caratteristiche, tra cui un modulo a flessione di 6,2 GPa (valore doppio rispetto al PLA), ed un allungamento a rottura di circa 8 – 10 % a cui vanno aggiunte un valore di Tg di 80 °C, alti viscosità e melt strenght nonché buone accuratezza e stabilità dimensionali. È facilmente processabile e ha un aspetto matt. ColorFabb sta sviluppando ulteriori prodotti: materiali per supporti che possano essere dissolti, materiali per applicazioni ad alta temperatura rinforzati e non, materiali flessibili, materiali caricati con metalli, materiali per applicazioni specifiche nel settore auto.

DSM propone due materiali: un copoliestere ed una poliammide. Il copoliestere, flessibile, viene suggerito per applicazioni E&E, sport ed altre applicazioni sofisticate; possiederebbe una migliore resistenza chimica ed agli UV rispetto ad altri polimeri flessibili (ad es. I poliuretani termoplastici, TPU) ed un allungamento a rottura del 400%; sarebbe stabile durante il processo che risulterebbe più veloce e con una migliore adesione strato su strato se comparato agli attuali ABS, PLA e TPU. La PA sarebbe stata sviluppata per applicazioni sofisticate nei settori E&E ed auto, il materiale sarebbe resistente e duttile e sopporterebbe ambienti critici e temperature fino a 150 °C.

Covestro collabora con Polymaker per sviluppare una nuova linea di materiali a base PC per la stampa 3D. I primi due prodotti ottenuti possono essere trasformati a 250 – 270 °C invece di 300 – 320 °C e la loro tendenza alla deformazione sarebbe notevolmente ridotta. Secondo Covestro il materiale ha un’alta resistenza termica comparato con quelli attualmente utilizzati per la stampa 3D, può sopportare temperature superiori ai 100 °C, rendendolo idoneo per l’illuminotecnica e tutte quelle applicazioni che richiedono buona stabilità strutturale quando esposte al calore. Il prodotto sembra mantenere buona resistenza meccanica quando sottoposto a qualsiasi tipo di deformazione, mantenendo anche buona durezza e resistenza all’impatto. Può essere post trattato con sabbiatura, sovra verniciato ecc.

Polimotor 2 è un progetto che si prefigge di sviluppare e produrre un motore per competizioni automobilistiche composto solamente da materie plastiche. La camera a pressione è prodotta con tecnologia 3D di sinterizzazione laser selettiva (SLS) utilizzando una polvere di PA6 con 40% di sfere vetro di Solvay Engineering Plastics. Solvay Specialty Polymers invece fornisce PEEK per lo stampaggio 3D delle parti che alimentano il motore di carburante (iniettori).

Lehmann&Voss ha sviluppato materiali per applicazioni di sinterizzazione laser e l’azienda si indirizza su produzioni industriali, non sulla prototipazione, lavorando in stretta collaborazione con gli OEM, asserendo che i clienti necessitano di soluzioni tailor-made che essi possano controllare. Secondo L&V questo tipo di tecnologia 3D offre un ulteriore grado di libertà al design e nuove opportunità ingegneristiche che non la fanno competere ma la rendono complementare allo stampaggio ad iniezione e alle altre tecnologie di trasformazione. L’azienda sta sviluppando prodotti per la sinterizzazione laser che spaziano dal PP al PEEK.

NatureWorks, con il PLA, ha deciso di sostituire le stireniche ed ha sviluppato un materiale che rivaleggia con l’ABS in termini di impatto e tenuta termica e può essere utilizzato per la stampa 3D di beni durevoli sia domestico che industriale oltre ad essere una opzione per la prototipazione di parti per stampaggio ad iniezione.

La statunitense Clean Strands ha lanciato filamenti per la tecnologia 3D prodotti con materiali sostenibili che comprendono fondi di caffè riciclati, alghe non OMG, trucioli di legno. I prodotti sono acquistabili solo online e comprendono otto tipi filamenti disponibili in più di 50 colori e dimensioni differenti.

Fonti:

Compounding World – Maggio 2016 – “New polymers extend scope for 3D print”

www.lati.com

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su maggiori informazioni

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali
I Suoi dati personali saranno trattati nel rispetto della disciplina di legge per l'evasione degli ordini, l'erogazione dei servizi per i quali è prevista la registrazione e per gli altri scopi indicati nella presente informativa; il trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza.
Le modalità del trattamento prevedono l'utilizzo di strumenti manuali, informatici e telematici (ivi compresi telefax, telefono, anche senza assistenza di operatore, posta elettronica, SMS ed altri sistemi informatici e/o automatizzati di comunicazione) e sono comunque tali da assicurare la sicurezza e riservatezza dei dati stessi.
Il titolare del trattamento è:

Massimo Riboldi | P.IVA 06836320967 | Via Emilia,12 - 20090 Segrate MI

Ai sensi dell'art.7 D.Lgs.196/03
1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Lei potrà esercitare i Suoi diritti sopra indicati nonchè chiedere qualsiasi informazione in merito alla nostra policy di tutela dei dati personali inviando una comunicazione all'indirizzo sopra indicato o inviando una e-mail a: info@massimo-riboldi.it
Il mancato conferimento dei dati personali segnalati come obbligatori renderà impossibile l'esecuzione dell'eventuale ordine mentre il mancato conferimento di quelli non contrassegnati come obbligatori non ha conseguenze ai fini dell'esecuzione dell'ordine.
Previo Suo consenso, C.EL.M S.r.l. potrà trattare i Suoi dati personali per l'erogazione dei servizi per i quali è prevista la registrazione nonchè per finalità commerciali quali la segnalazione di offerte, promozioni o iniziative commerciali di qualsiasi genere avviate da essa o da altri operatori. In tali casi il conferimento dei dati non è obbligatorio e non incide sulla conclusione ed esecuzione dell'eventuale ordine.

Cosa sono i cookies
Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato sul computer di chi visualizza un sito web allo scopo di registrare alcune informazioni relative alla visita nonché di creare un sistema per riconoscere l'utente anche in momenti successivi. Gli identificatori dei dispositivi, invece, vengono generati raccogliendo ed elaborando alcune informazioni come l'indirizzo IP e/o lo user agent (versione del browser, tipo e versione del sistema operativo) o altre caratteristiche del dispositivo, sempre al fine di ricollegare talune informazioni ad un utente specifico.
Un sito Web può impostare un cookie sul browser solo se le preferenze configurate per quest'ultimo lo consentono.
E' importante sapere che un browser può consentire a un determinato sito Web di accedere solo ed esclusivamente ai cookie da esso impostati e non a quelli impostati da altri siti Web: non vi è alcun rischio per la vostra privacy in tal senso.
Al riguardo, e ai fini del presente provvedimento, si individuano pertanto due macro-categorie: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.

a. Cookie tecnici
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l’obbligo di dare l’informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice, che il gestore del sito, qualora utilizzi soltanto tali dispositivi, potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

b. Cookie di profilazione
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13, comma 3” (art. 122, comma 1, del Codice).
Per questi tipi di cookies, come specificato nel documento n. 2152939 del Garante della Privacy, non è richiesto il consenso preventivo e informato dell’utente (opt-in) a condizione che vengano offerte agli utenti modalità semplici per opporsi (opt-out).
Puoi gestire le tue preferenze sui cookies tramite browser
Se non conosci il tipo e la versione di browser che stai utilizzando puoi cliccare su “Aiuto” nella finestra del browser in alto, da cui puoi accedere a tutte le informazioni necessarie.

In particolare i cookie utilizzati in questo sito web servono per:
- memorizzare i dati inseriti dagli utenti durante la loro navigazione, in modo da velocizzare il caricamento delle pagine del sito web e l’inserimento di dati durante le visite successive;
- integrare il sito web con i principali social media (Facebook, Twitter, Google+, Pinterest, YouTube) e in particolare permettere all’utente di condividere i contenuti del sito su queste piattaforme;
- monitorare in forma anonima e aggregata le pagine consultate dagli utenti e altre informazioni sull’utilizzo che questi fanno del sito web, permettendo agli operatori che gestiscono il sito di migliorarne i contenuti e le funzionalità.

Cookie di terze parti
Per le finalità di integrazione con i social media questo sito può installare cookies provenienti dalle singole piattaforme, per le quali vi rimandiamo alle informative dei singoli portali.

Chiudi